“L’acqua di Afrodite” a Pietrasanta posizionata una fontana sinonimo di arte, decoro e nobiltà

Era l’elemento sicuramente più atteso del progetto di riqualificazione e rigenerazione urbana del lato sud di Piazza Statuto a Pietrasanta: si tratta dell’opera “L’acqua di Afrodite” di Girolamo Ciulla.

Con il posizionamento dell’imponente scultura-fontana in travertino realizzata nei laboratori della Piccola Atene dal maestro siciliano, destinata a diventare un nuovo centro di aggregazione e socialità del centro storico, la nuova funzione di questo spazio che corre da Piazza Crispi fino a via del Teatro, prende forma.

La scultura è stata posizionata al piedi delle mura storiche nell’angolo tra Piazza Statuto e via del Teatro. A seguire le delicate fasi di installazione dell’opera è stato il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti, che nel maggio 2019 aveva annunciato la volontà di mettere al centro del progetto di riqualificazione la fontana scultura di Ciulla.

Installazione fontana Ciulla Piazza Statuto 10

“La fontana del Maestro Ciulla sarà un nuovo elemento di luce, decoro, nobiltà ed identità di questo nuovo spazio all’ingresso della nostra città che con forza e convinzione abbiamo voluto riqualificare. – ha spiegato il primo cittadino – La fontana entrerà a far parte del Parco Internazionale di Scultura di Pietrasanta. A settembre riprenderemo i lavori per consegnare il nuovo spazio, con il nuovo camminamento, entro la fine dell’anno. La nostra visione di rilancio, anche di questa porzione del centro storico fino ad oggi mai valorizzata – ammette il sindaco – è molto più chiara a tutti grazie anche all’apertura del primo lotto del cantiere che sta consentendo ai cittadini di comprendere appieno le nostre intenzione che sono quelle di uno spazio vivibile, senza barriere architettoniche e funzionale nel rispetto della storia di questo luogo”.

“L'acqua di Afrodite”, su bozzetto realizzato nel 1994, delle dimensioni di 8metri per 5 per 1,30, rappresenta Afrodite, dea dell'amore e della bellezza, che emerge dalle acque a richiamare quella vivacità creativa che sgorga dalle mani e dall'intelletto dei pietrasantesi, abili scultori ed artigiani, scienziati come Padre Eugenio Barsanti o grandi poeti come Giosuè Carducci, la loro propensione a godere di ogni spazio della città, aperta ed ospitale ma anche orgogliosa custode della propria storia e identità. Pietrasanta presenta, tra l’altro, delle opere preziose realizzate in travertino, quali l'edificio della scuola “G. Pascoli” e la palazzina sede del Comando della Polizia Municipale. Un progetto, quello della scultura di Ciulla, che attendeva di vedere la luce da almeno vent'anni.

Girolamo Ciulla, classe 1953, nato a Caltanissetta, inizia a scolpire la pietra lavica nella sua Sicilia. Nel 1986 si trasferisce in Versilia, dove da allora vive e lavora presso la Bottega Versiliese di Pietrasanta, prediligendo per le sue sculture il travertino. Ha esposto da Londra a Parigi, da Praga a Seoul. Ha realizzato opere monumentali per numerose piazze in Italia e all'estero e sue sculture sono conservate in vari musei. Per citarne alcuni: Museo Omero, Ancona; Museum, Osservatorio dell'arte contemporanea in Sicilia, Bagheria, Palermo; Museo Oya, Utsonomiya, Giappone; Galleria d'Arte Contemporanea della Fondazione Ragghianti, Lucca.

Per la 15° edizione della rassegna, festival gioiello nel panorama della musica classica, il direttore artistico e ideatore Michael Guttman ha convocato i migliori pianisti italiani e stranieri e le più grandi star internazionali della musica, protagonisti di 10 concerti dal 22 luglio al 1 agosto. Per la prima volta al festival il dirompente violinista Daniel Hope. Tra i protagonisti i pianisti Katia & Marielle Labèque, Andrea Lucchesini, Roberto Prosseda e Alessandra Ammara, Karin Lechner, Boris Berezovsky, Bruno Fontaine. Ospiti anche la star del violoncello Jing Zhao, il clarinettista Pierre Génisson e il flautista Giuseppe Nova con l'attesissimo ritorno di Andrea Griminelli per il gran finale della rassegna insieme ai Solisti di Mosca diretti da Yuri Bashmet.

Jing Zhao

La cornice sarà come sempre quella del Chiostro di Sant'Agostino nel cuore di Pietrasanta, la Piccola Atene della Versilia, che dal 22 luglio al 1 agosto si trasformerà ancora una volta nella Capitale della Musica grazie al festival “Pietrasanta in Concerto”, festival che si conferma una vera e propria perla nel panorama della musica classica. E' qui, tra le eleganti e suggestive colonne marmoree del Chiostro, che si raccoglieranno i migliori musicisti del mondo, convocati da Michael Guttman, celebre violinista di fama mondiale nonché ideatore e direttore artistico della rassegna, per esibirsi in 10 serate di concerto e ripercorrere le più belle pagine musicali di tutti i tempi. Acclamato da ben 15 edizione “Pietrasanta in Concerto” è un festival gioiello che si è saputo ritagliare un d'onore tra le più prestigiose rassegne musicali .

Non abbiamo mai lasciato Pietrasanta, anche nel 2020, quando viaggiare era così difficile - spiega Michael Guttman ideatore di “Pietrasanta in Concerto” - Quest'anno torniamo con un programma ancora più ricco, con meravigliosi musicisti italiani e stranieri. Pietrasanta è una città che amo e il mio obiettivo ogni anno è di portare qui quanto di più bello possa offrire la scena musicale mondiale. E quando la musica torna, torna la vita!”.

Da Mozart a Rachmaninov, da Debussy a Schubert passando da Glass, Bizet, Verdi, Schumann, Chopin, Grieg, Beethoven: la raffinatezza e la maestosità della musica dei grandi compositori classici saranno protagoniste così come così come le nuove partiture di compositori contemporanei di fama mondiale tra cui il concerto per violino e violoncello di Airat Ichmouratov e le musiche del compositore Jorge Bosso che il festival “Pietrasanta in Concerto” proporrà in prima esecuzione assoluta.

Saranno in particolar modo i pianisti a prendersi la ribalta di questa edizione di “Pietrasanta in Concerto”: a partire dal miglior duo pianistico del mondo, quello delle sorelle francesi Katia & Marielle Labèque (23 luglio), ad Andrea Lucchesini (29 luglio), pianista toscano celebre in tutto il mondo ospite per la prima volta del festival, dal talento ucraino Alexei Botvinov (22 luglio) a Roberto Prosseda e Alessandra Ammara (24 luglio) coppia sul palco e nella vita impegnati insieme in un concerto tutto dedicato a Beethoven, con l'atteso ritorno della fenomenale artista argentina Karin Lechner (28 luglio) e del leggendario pianista russo Boris Berezovsky (30 luglio) fino a Bruno Fontaine, pianista, compositore e arrangiatore ( 26 luglio).

Michael Guttman

Ma oltre a questa impressionante carrellata di pianisti, Michael Guttman ha invitato anche i migliori solisti tra cui il celebre flautista Andrea Griminelli per il gran finale della rassegna ( 1 agosto), la star del violoncello Jing Zhao (22, 24, 28 luglio e 1 agosto), il clarinettista Pierre Génisson (26 e 28 luglio) e Giuseppe Nova (28 luglio)considerato anch'egli uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione.

Tra le novità spicca la presenza di Daniel Hope (31 luglio),violinista di maggior successo al mondo, dalla personalità dirompente e fuori dagli schemi, punto di riferimento esemplare sulla scena internazionale, ospite per la prima volta a “Pietrasanta in Concerto” dove proporrà un concerto di musica barocca insieme all'Air Ensemble . Ed il festival sarà una vetrina anche per le più prestigiose orchestre da camera come la Brussels Chamber Orchestra (25 e 28 luglio)e I Solisti di Mosca diretti dal grande Yuri Bashmet (30 luglio e 1 agosto).

Da segnalare anche il tributo di “Pietrasanta in Concerto” ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita con un concerto unico nel suo genere composto ed arrangiato da Jorge Bosso che verrà presentato il 25 luglio in prima esecuzione assoluta. Una partitura carica di suggestioni che attraverso le sonorità argentine ci condurrà in viaggio dalla Pampa Argentina fino alla Napoli di Diego Armando Maradona. Protagonista di questo incredibile omaggio a Piazzolla sarà la coppia composta dallo stesso Michael Guttman insieme a Jing Zhao, principale violoncellista della scena internazionale.

Confermato il tradizionale concerto gratuito in omaggio alla città di Pietrasanta, il 26 luglio, che per questa edizione del Festival si svolgerà in via del tutto eccezionale nella splendida piazza principale sullo sfondo del Duomo di San Martino, emblema della Città. Protagonisti del concerto “swing” saranno Pierre Génisson clarinetto, Bruno Fontaine pianoforte, Fabrice Moreau batteria e Benoît Dunoyer de Segonzac contrabbasso.

Il Festival “Pietrasanta in Concerto” è promosso e organizzato dall'Associazione Musica Viva in collaborazione con il Comune di Pietrasanta e con il supporto organizzativo della Fondazione Versiliana.

I biglietti di Pietrasanta in Concerto sono in vendita presso la biglietteria della Versiliana ( viale Morin, 16 – aperta con orario 10.00- 13.00/ 17.00 – 22.00 – tel. 05824- 265757 ), online e nei punti vendita del circuito Ticketone.

Sono in vendita anche presso la biglietteria del Teatro Comunale di Pietrasanta nei giorni di concerto (con orario 17.00- 22.00 tel. 0584-795511).

I residenti del Comune di Pietrasanta potranno godere dello sconto del 30% presentando alle biglietterie il proprio documento di identità.

Info e programma completo su www.pietrasantainconcerto.com

di Isotta Boccassini

 

In pochi possono dire di non conoscerla.

Quando in Versilia si parla di eventi moda, shooting e passerelle, il suo nome è fra i primi a saltare fuori.

Sonia Paoli, classe 1975, ha deciso di dedicare la sua vita a due famiglie: quella composta dal marito Alessandro e i figli Federico (14) e Filippo (5); e quella della Also Eventi, la sua agenzia di moda nata 15 anni fa, che con successo opera in tutta Italia.

L'abbiamo intervistata in esclusiva per i nostri lettori.

Chi è Sonia Paoli?

Sonia è sempre stata una ragazza molto ambiziosa. Adoro i bambini, infatti ho studiato alle magistrali. Poi mi sono appassionata al mondo del diritto, così mi sono laureata in giurisprudenza. Ma la mia vera passione è sempre stata la moda: dopo aver fatto la modella, ho scoperto che la mia indole è quella di organizzare eventi moda, facendo quello a cui oggi dedico la mia vita. Essere laureata in diritto per me è comunque molto importante: conoscere i propri diritti e doveri è fondamentale anche nel mio lavoro.

Descriviti con tre aggettivi.

Iperattiva, perfezionista, estroversa.

Come è nata la tua passione per moda e bellezza?

Mia madre quando avevo 15 anni trovò un volantino nella cassetta della posta. Era una pubblicità che promuoveva un corso per diventare fotomodella e indossatrice. Così andai a Montecatini dove una top model milanese selezionava giovani ragazze. Da quel momento è nata la mia passione per questo mondo.
Ma da persona ambiziosa fare solo la modella non mi bastava, quindi ho iniziato con i primi clienti ad organizzare eventi. Vedevo che che mi riusciva molto bene. Era davvero nelle mie corde. Mi sono sentita subito dotata per il mondo imprenditoriale, avendo un grande carisma e le classiche doti che appartengono ai leader. Diciamo che in poco tempo da giocatore sono diventata allenatore, come nel calcio. Ad ogni modo continuo a fare ancora la modella, ma è nell'organizzazione che trovo la mia massima soddisfazione.

Come sei sopravvissuta al Covid a livello lavorativo?

Da 80 eventi  l'anno organizzati per brand importanti, mi sono ritrovata improvvisamente a non fare niente, chiusa in casa. Sono sempre stata una persona abituata a viaggiare e a socializzare. E' stato un trauma inizialmente. Ma poi ho reagito: ho creato un format  web dedicato alla cucina; presentazioni online di modelle, corsi di portamento gratuiti e molto altro. Ho provato, ma devo ammettere che il mio lavoro prevede la socialità, invitare persone a eventi e fare pubbliche relazioni, mi sono adeguata per non rimanere senza lavoro. Queste soluzioni per me sono molto asettiche, ma in quel momento è stata l'unica soluzione valida per rimanere sul mercato.

Come ti trovi a lavorare in Versilia?

La Versilia è meravigliosa per chi sa lavorare, ma devo ammettere che ognuno pensa al suo orticello. C'è poca collaborazione tra comuni, mancano i grandi eventi che ci sono invece in Riviera Romagnola. Prevalgono eventi di nicchia e purtroppo si lavora solo in stagione. Fuori puoi lavorare tutto l'anno, con tensostrutture, nei centri commerciali. Quello che non abbiamo da invidiare a nessuno sono sicuramente gli scenari e location uniche e la possibilità di organizzare eventi top con brand di altissima qualità. Questo è molto prestigioso e arricchisce senza ombra di dubbio il nostro portfolio.

Quale consiglio ti senti di dare ai giovani?

Vaccinatevi. Questo è quello che consiglio anche alle giovani ragazze della mia agenzia. E' l'unico modo per salvaguardarci e uscire da questo tunnel.

Poi consiglio di non prendere scorciatoie, la strada è sicuramente più difficile, ma alla fine il successo sarà sicuramente più meritato e duraturo.

Prossimi progetti?

Un grande tour in Italia con il mio truck per un marchio molto importante. Sono scaramantica e non vo dirò qual è.  Questo progetto era stato stoppato causa covid, ma lo riprenderemo a breve. Poi un programma televisivo sulla piattaforma sky: un programma dedicato alla moda e non solo.

Raccontaci qualcosa della tua famiglia.

La mia famiglia è il più grande successo. Sono parte integrante della mia vita e del mio lavoro.
Penso che si possa lavorare ed essere madre, non è necessario stare a casa e astenersi dal lavoro per essere un buon genitore. I figli devono avere delle mamme felici e non tristi e insoddisfatte. Ho sempre portato i miei bimbi con me. Pensate che Filippo ha perso il cordone ombelicale durante un evento alla Fortezza da Basso, mentre Federico stava facendo i compiti.

L'altra è la family Al.so, le mie ragazze e collaboratrici che mi seguono da tantissimi anni: il bilancio è molto positivo ho incontrato e formato persone stupende, che tutt'ora sono al mio fianco dopo anni.

Nuovo opening italiano per Hublot che ha inaugurato un punto vendita a Forte dei Marmi, in partnership con il gruppo Bartorelli Gioiellerie.

Alla grande inaugurazione presenti il Ceo Hublot Ricardo Guadalupe, Carlo Bartorelli, la conduttrice Diletta Leotta, il cantante e youtuber Fabio Rovazzi e Giorgio Rocca ex sciatore alpino, vincitore di una Coppa del Mondo di specialità e di tre medaglie.

Dopo l'inaugurazione tutti al bagno Dalmazia.

Bartorelli Gioiellerie, si legge in una nota, “ha messo in campo una nuova strategia di sviluppo per affrontare le sfide che il mercato pone quotidianamente nella distribuzione. Non solo punti vendita multibrand con l’insegna Bartorelli Gioiellerie, ma oggi, in un mercato che evolve sempre più rapidamente, la famiglia ha compreso l’importanza di essere presenti nella distribuzione italiana in partnership con i brand più prestigiosi del lusso”.

L’inaugurazioe di Forte dei Marmi, in via Giovanni Montauti, rappresenta quindi il primo passo di questa nuova strategia.

“Essere presenti nella distribuzione in partnership con i marchi più importanti dell’orologeria di alta gamma rappresenta per noi, oggi, una scelta strategica importante. La collaborazione e la stima con Hublot e il gruppo Lvmh è da sempre forte e reciproca. Siamo certi che faremo un ottimo lavoro di squadra”, ha dichiarato Carlo Bartorelli, presidente e AD del gruppo. “La gestione della boutique – ha continuato Bartorelli – sarà affidata al nostro know-how e verrà seguita direttamente dalla mia famiglia in prima linea per garantire professionalità ed eccellenza nel servizio al cliente. Essere partner distributivi dei grandi brand rappresenta oggi un’importante fase di crescita e consolidamento per la nostra realtà”.

Si prospetta un fine settimana ricco di appuntamenti imperdibili a Forte dei Marmi. Tra le tante inaugurazioni, vernissage e cene di gala spicca Golden Hour, evento che si svolgerà nella boutique Antonella Rizza in via Marconi 9, che venerdì 16 luglio dalle ore 18 aprirà le sue porte ad un pubblico selezionato (sempre nel rispetto delle normative anti-covid).

Gli ospiti saranno circondati dai colori sgargianti della collezione DreamHere SS21 e dalla Capsule Beachwear Glow, nell’ora più bella del periodo estivo, che ha ispirato la collezione ed è parte integrante della filosofia del Brand.

I partecipanti saranno deliziati da un piccolo e simpatico gift, da un frizzante DJ Set e tante bollicine.

La collezione è pensata per donne leader, forti, indipendenti e alla ricerca di unicità. Donne che giocano con la versatilità dei capi e dei tessuti. Un tripudio di glamour, colore, qualità e originalità.

Il brand nasce da un’intuizione della designer Piera Benincasa, con un richiamo all’Umbria, una regione dove l’artigianalità e la lavorazione del cashmere sono da sempre sinonimo di eccellenza. La designer, spinta da una passione incondizionata per l’estetica, per il bello e per i dettagli, riesce a dare vita a creazioni di altissima qualità che puntano alla perfezione.

Idee creative che si materializzano nei dettagli curati e fuori dagli schemi in un percorso di ricercatezza che caratterizza da sempre la collezione Antonella Rizza così come l’animo della designer.

Daniela Santanchè indossa i capi della collaborazione con Antonella Rizza

La bellezza dei capi trova la sua cornice ideale nella boutique a Forte dei Marmi, meta di lusso della costa versiliese, in Piazza Marconi, 9.

Nel 2019 è nata la collaborazione tra Antonella Rizza e Daniela Santanchè che ha affidato alla designer Piera Benincasa l’intero progetto di lancio della propria collezione: il brand Tribù insieme all'omonima boutique. Boutique che prende forma all'interno del Twiga Beach Club. Piera Benincasa ha curato ogni aspetto del progetto Tribù: dal design alla produzione fino alla confezione per il lancio della collezione. Brand e boutique hanno visto la luce a Giugno del 2020.

Venerdì 16 e sabato 17 luglio nel centro storico di Seravezza ritorna il tradizionale appuntamento estivo di Seravezza in fermento. Anche quest'anno si ripropone con i piatti tipici a cura del gruppo sagra della Pro Loco: i famosi tordelli seravezzini, il classico e inimitabile stinco di maiale e per non farci mancare niente, wurstel e patatine... il tutto accompagnato da ottima birra!

Ad intrattenere la serata saranno ospiti: venerdì 16 i Mad's Rock” e sabato 17 “The Spaghettigrass Band”, due band versiliesi, ma completamente diverse tra loro, che ci delizieranno con musica rock e musica country.

Da contorno a queste due serate non mancheranno gli artisti della Seravezziana, che con le loro opere di pittura e scultura di estemporanea in strada ci regaleranno quella convivialità che tanto ci era mancata!

E' gradita la prenotazione per la cena contattando la Pro Loco di Seravezza al numero 0584 757325 o all'indirizzo info@prolocoseravezza.it.

Da mercoledì 14 luglio tornano a Seravezza i gustosi appuntamenti con l'Aperitivo Mediceo, il talk show ideato e condotto da Fabrizio Diolaiuti che racconta il bello e il buono del territorio versiliese, lucchese e toscano. Protagonisti saranno ancora una volta i contadini, i pastori, i pescatori, gli apicoltori, i panettieri, i casari, i norcini che nei freschi giardini di Palazzo Mediceo patrimonio Unesco presenteranno i prodotti della terra e del mare della nostra regione. Grandi chef cucineranno straordinarie materie prime e il pubblico potrà degustare gratuitamente le specialità appena cucinate o presentate. Il tutto, come sempre e a grande richiesta, con l'accompagnamento musicale live di Dino Mancino. L'undicesima edizione dell'Aperitivo Mediceo, prodotta da Fondazione Terre Medicee, propone sei appuntamenti in tutto, sempre di mercoledì alle 18:30 e con ingresso libero.

Si inizia questo mercoledì con due straordinarie donne che hanno scelto di dedicarsi alla pastorizia: Carolina Leonardi, titolare dell’azienda agrituristica Le Coppelle - Latteria Belato Nero di Pian di Lago, in Alta Versilia, e Monica Ferrucci dell'agriturismo Al Carli di Valgiano, sui colli di Capannori. Due giovani donne, due pastore, che racconteranno le ragioni della loro scelta professionale e di vita, la passione per gli animali, il significato di un mestiere che ci dona alimenti buoni e salutari, ma che contribuisce anche a tenere in ordine e preservare i nostri territori di collina e di montagna. Monica Ferrucci sarà accompagnata da una delle sue simpatiche caprette – Emy –, ci farà assaggiare il miele che produce nel suo podere e, soprattutto, ci mostrerà in diretta come nasce la ricotta, passo per passo a partire dal siero di latte crudo. Altro grande ospite sarà Mario Fiori del ristorante Ulisse di Seravezza, che proporrà alcuni dei suoi celebri pani. Il saluto istituzionale, in avvio della nuova edizione, sarà portato dall'assessore alla promozione e valorizzazione del territorio del Comune di Seravezza Giacomo Genovesi. La degustazione finale, neanche a dirlo, sarà una merenda super gustosa a base di pane, miele e ricotta.

“Querceta tra racconto e musica” è il titolo del cartellone di intrattenimenti estivi che prende avvio domani (mercoledì 14 luglio) con lo spettacolo teatrale “Una lucciola sul palmo della mano. Vita di Maddalena di Canossa” di Elisabetta Salvatori. Lo spettacolo, a ingresso gratuito, è in programma in piazza Giò Pomodoro con inizio alle 21:30. In caso di maltempo sarà spostato alla Fioreria delle Storie di via Aurelia (per info e prenotazioni: 347 5739523).

Piazzetta Giò Pomodoro

«Il programma è una novità per Querceta», spiegano l'assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi e il consigliere incaricato all'associazionismo Francesca Bonin. «Nasce grazie alla sinergia fra una realtà associativa importante come la Pro Loco di Querceta e la Fioreria delle Storie, il nuovo spazio culturale di Elisabetta Salvatori, con il sostegno del Comune di Seravezza e della Fondazione Terre Medicee. Teatro, presentazioni di libri, incontri di carattere culturale, concerti di giovani musicisti locali, un revival del Miccio Canterino e tanta voglia di condividere gli spazi della città, che saranno prevalentemente quelli di piazza Giò Pomodoro e di piazza Pertini, oltre al teatrino della Fioreria delle Storie e ad altri spazi del centro. Un cartellone all'insegna delle parole e della musica che avrà anche un'appendice per i più piccoli, con spettacoli di burattini e di magia e una fantasmagorica parata di personaggi dei cartoon a cura del Gruppo per Servire a fine agosto».

Tra le proposte del cartellone troviamo due dialoghi con Massimo Marsili a tema letterario, rispettivamente su “Il fiore della Mirabilis” di Riccardo Bacchelli e su “Mario e il mago” di Thomas Mann, altri tre spettacoli di Elisabetta Salvatori (“Scalpiccii sotto i platani”, “Piccolo come le stelle. Vita di Giacomo Puccini” e “Delicato come una farfalla e fiero come un'aquila. Il mondo libero di Antonio Ligabue”), il concerto di Ginevra di Marco – una delle più interessati interpreti del panorama musicale italiano – con celebri brani di Luigi Tenco e lo spettacolo teatrale “Blocco 3” di Fabrizio Brandi.

Tutti gli intrattenimenti sono a ingresso libero. Il cartellone è sponsorizzato da Studio d'Arte Giorgio Angeli.

Il Cantiere viareggino Vismara Marine lo scorso fine settimana ha varato MOMI 80, imbarcazione realizzata a quattro mani con esperti armatori (uno dei quali è Angelo Mario Moratti), che verrà commercializzato con l’apposito marchio identificativo.

Grande la soddisfazione del presidente del cantiere Alessandro Vismara: "In questo caso gli armatori sono stati anche progettisti: MOMI 80 è la prima barca a vela vera che variamo da tanti anni. E' dotata di alta tecnologia ed è stata realizzata con una vision estetica particolare. Questa è una giornata in cui respiriamo la cultura marinara di grande sapore per la vela. La barca si presta ad effettuare traversate oceaniche in regata: è veloce, sicura ma anche ricca di confort. Un prodotto unico sul mercato".

Gli armatori testeranno la barca nel mese di agosto e in autunno programmeranno una stagione 2022 ricca di regate.

 

L'estate a Forte dei Marmi pullula di eventi, vernissage e cene di gala.

Lo scorso fine settimana fra tutte è spiccata l'inaugurazione della mostra Dimensione Aurea da Gioiellerie Cassetti: una selezione di opere orafe dell’artista internazionale Gio’ Pomodoro (Orciano di Pesaro, 1930 – Milano, 2002) a cui si affiancano alcune sue piccole opere plastiche e una scultura monumentale in bronzo intitolata Sole Deposto del 1980, che sarà collocata per tutto il periodo estivo nella centralissima via Carducci.

Presenti all'evento il primo cittadino Bruno Murzi, il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci e ancora il senatore Massimo Mallegni, l'architetto Tiziano Lera, la scrittrice Marisa Pagliuca e molti altri volti noti.

Questo tributo che Cassetti vuole rendere al Maestro marchigiano nasce dalle comuni radici toscane che l’azienda e Gio’ Pomodoro hanno in comune: gli esordi di Pomodoro hanno avuto infatti i natali proprio a Firenze, quando il giovane artista iniziò, nei lontani anni ’50, le prime esperienze orafe a pochi passi dal Ponte Vecchio, presso la Casa dell’Orafo, entrando successivamente in contatto con l’ambiente culturale della prestigiosa Galleria Numero.

La maestria artigianale che nasce dall’amore e dalla sapienza nel plasmare oggetti di alto pregio nell’argenteria, fiore all’occhiello dell’Azienda Cassetti, è la medesima che il Maestro ha sempre perseguito nel superamento del concetto di arti minori a cui il mondo della produzione orafa è stato relegato.

L’attività orafa di Gio’ Pomodoro, estesa durante tutto l’arco della propria carriera artistica, va di pari passo con quella scultorea con un’ampia produzione di preziosi “ornamenti” – come l’artista amava definirli – esposti in tutto il mondo in importanti sedi espositive, l’ultima delle quali il Museo del Gioiello di Vicenza, e prodotti dalla sapiente maestria di laboratori orafi italiani, fra i quali quelli dell’Azienda UnoAErre di Arezzo, con cui il Maestro ha collaborato a partire dal 1995.

L’evento, che si terrà dall’8 al 18 Luglio 2021, è stato reso possibile grazie alla collaborazione dell’Archivio Gio’ Pomodoro di Milano e ad alcuni prestatori privati, con il patrocinio del Comune di Forte dei Marmi.

Durante questo periodo saranno visibili al pubblico 14 gioielli, alcuni dei quali già precedentemente esposti in prestigiose sedi espositive, quali il Guggenheim Museum e il museo del Fashion Institute of Tecnology di New York, il Ginza Cloisonne Hall di Tokyo, il National Art Museum of Cina di Pechino, il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti di Firenze e la Galleria Nazionale di Palazzo Ducale a Urbino.

Per l’occasione sarà edita una pubblicazione che documenterà i preziosi pezzi in mostra, con una presentazione della Professoressa Alba Cappellieri, docente di Design del Gioiello al Politecnico di Milano e Direttore del Museo del Gioiello di Vicenza.

Durata esposizione: 8 – 18 Luglio 2021

Orari al pubblico: 10:00/13:00 – 17:00/23:00 – tel. 0584 85044

The Versilia Lifestyle è una testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lucca n. 3 2018
Direttore Responsabile
Isotta Boccassini
Editore Associazione Culturale più informati più sicuri
Via San Giorgio, 53 – 55100 Lucca – P.i. 02437380468
Design by
Copyright @2020 The Versilia Lifestyle - Privacy Policy