Le migliori gelaterie della Versilia

di Marco Bellentani

Il gelato, storicamente italiano, nato nella Sicilia del IX secolo, conosce la sua espansione moderna in Francia per poi dividersi, nella cultura di massa, in industriale e artigianale. Termine quest'ultimo abusato e spesso frainteso: tutti necessitano di macchine che garantiscano catena del freddo e perfette mantecature. La vera artigianalità sta nella ricerca di materie prime freschissime e di qualità, nella creatività tutta italiana e nella sapienza in fase di mantecatura e composizione. Non fermatevi alle insegne e preferite gelaterie con i pozzetti, evitando quelle con gusti tipo Puffo, cercando stagionalità e una creatività in abbinamento non fine a se stessa.

In Versilia la tradizione del gelato va di pari passo col boom economico e i grandi ricordi di una terra baciata dalle star e da un'atmosfera unica. Il mare, la spiaggia, un bel gelato. Non è stato facile scrivere una guida sul tema: montagne di gelati assaggiati in completa anonimia, gelaterie scartate e un procedere tecnico e preciso. Gusto, cremosità, intensità, persistenza, grado zuccherino moderato e un bonus per il concetto essenziale della digeribilità.

Tra le segnalazioni mettiamo sicuramente Galliano, con il suo gusto Malaga che ci riporta dritti negli anni ottanta, Bella Mia del Forte con gusti leggeri e variati e, infine, Anisare a Viareggio che stupisce con abbinamenti originali. Le prime sei gelaterie della Versilia sono da provare con sfacciata golosità.

Al sesto posto il Laboratorio del gelato (Viareggio). Celebre il suo successo nelle guide, il Laboratorio si distingue per notevole intensità e impatto. Quinto: Dolce Amaro (Viareggio). Bello il lavoro dei ragazzi di questa gelateria a due passi da Romano. Abbinamenti ricercati e moderato utilizzo zuccherino lasciano spazio a leggerezza e buona intensità. Poi, Lo Scoiattolo (Querceta), Latte da Coldiretti e persistenza gustativa per un gusto tradizionale di ottimo livello.

Il Podio: l'eccellenza del gelato versiliese.

Gelateria Modo

Al terzo posto, la Cremeria di Pietrasanta. Un artista del gelato per persistenze infinite. Creatività e passione fanno del locale alle porte della città un must per gli amanti del gelato. Al secondo posto la sorpresa fuori dai percorsi tradizionali, il Bar Ettore di Capezzano regala gusti di frutta intensi, sublimi con una maestria che viene da lontano. Un semplice bar dove ti suggeriscono i sorbetti a miglior maturazione: la sincerità di un mantecatore sopraffino. Al primo posto il genio, maniacale e smodato, di Beppe Panseri della Gelateria Modo ai piedi del Pontile di Lido di Camaiore. Creatività mai fine a se stessa e persistenze peccaminose per chi il gelato lo fa da 40 anni: tra abbinamenti certosini e una filiera corta e con materie di prima qualità, la tappa al Modo è sacra per gli amanti del gelato. Se poi vi resta un buco, le granite (anche alcoliche) chiudono un'esperienza da ricordare.

di Marco Bellentani

Se ami la Catalana non ti puoi accontentare. Qualità e quelle rare casse di crostacei, che mai puoi barattare con esperienze minori, fanno dei ricercatori sul tema un valore aggiunto della Versilia. Non una gara questa, ma un modo sfizioso per descrivere due età e due approcci diversi per un risultato unico: godere smodatamente assaggiando il top in fatto di Catalana.

Il Saggio ha visto la Sandrelli nuda sulla Santa Monica ormeggiata al molo, consigliato a Gusmano di sostituire la vetrina dei polli con quella del pesce fresco, decretandone l'ascesa. Se non è una leggenda vivente Pino Artizzu non lo è nessuno. La Catalana del suo ristorante, Pino, nella storica Viareggio, gode di un'Aragosta pescata al largo dell'Elba. Dressing tradizionale con pomodorini e cipolla, vezzi per altro gustosissimi, in un guazzetto dove perdersi, godere e farsi cullare da un maestro del tema che utilizza in estate il nobile crostaceo, insieme ad Astici mediterranei, affidandosi a scampi e gamberi in inverno. Chapeau!

Il Giovane, del ristorante Alex, Alessandro Tognetti, è un rampante maniaco dei crostacei. Signorile e ligio alla sua passione, vi fa trovare Catalane di Aragosta ma anche Batti-Batti, scampi, astici e sparnocchi. Pinzimonio e un tocco di olio per variazioni sul tema che fanno della dogmatica ricerca un appuntamento immancabile. Tra profumi e dolcezze, Alex evolve il suo ristorante a Tonfano su vari temi, ma fa della Catalana un perfetto esercizio di stile.

The Versilia Lifestyle è una testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lucca n. 3 2018
Direttore Responsabile
Isotta Boccassini
Editore Associazione Culturale più informati più sicuri
Via San Giorgio, 53 – 55100 Lucca – P.i. 02437380468
Design by
Copyright @2020 The Versilia Lifestyle - Privacy Policy