Quando in Versilia si andava ai Galà

La hairstylist Barbara Pagni ci svela aneddoti e ricordi della sua carriera 

A fine stagione è tempo di tirare le somme anche per Barbara Pagni che in questa estate 2023 non si è fermata un attimo lavorando incessantemente per accontentare le numerose clienti del suo salone di Forte dei Marmi.
Barbara Hairstylist ci ha accompagnato in questo anno su The Versilia Lifestyle raccontandoci come salvaguardare i nostri capelli, valorizzarli e curarli in modo sano e naturale, ma non tutti sanno che dietro a queste conoscenze si cela un mestiere che spesso non è tutto rose e fiori.
IL MESTIERE DEL PARRUCCHIERE
Da quando è giovanissima Barbara lavora in questo settore. È partita da Franco Daddari a Viareggio negli anni ottanta e da lì è stata una continua escalation fino ad arrivare a Forte dei Marmi, dove da otto anni con successo ha aperto il suo salone in via Michelangelo.
"Oggi è davvero difficile avviare un'attività - soprattutto se sei donna - e spesso lo è ancora di più trovare personale" spiega la nota hairstylist. "Per questo devo ringraziare i miei bracci destri Irene e Cristina: grazie a loro abbiamo confermato in modo importante la nostra presenza in Versilia sia per una clientela locale che esterna. Se lavori per anni con dedizione e responsabilità poi ne raccogli i frutti. Nostro obiettivo è lavorare tutto l'anno e bene. Purtroppo nel mondo giovanile trovare personale è sempre più difficile perché per fare il nostro mestiere ci vogliono anni di esperienza e gavetta. Ho insegnato sei anni nella scuola formativa regionale per parrucchieri a Lucca e anche lì insegnando imparavo sempre qualcosa".
Barbara essere imprenditrici oggi è difficile?
"Per mantenere il salone sempre ad un certo livello oltre ai capelli c'e tutta una parte sommersa fatta di gestione economica e di fornitori. Sicuramente non è tutto oro quel che luccica".
TENDENZE AUTUNNO/INVERNO
"Al termine dell'estate anche le clienti che sono sempre state curate necessitano di un trattamento rigenerante, energizzante, oppure anticaduta. Nel nostro salone utilizziamo prodtti che ridonano vitalità a cute e capelli. Consiglio caldamente la talassoterapia, ideale per questo periodo dell'anno".
"Come tendenza di taglio sicuramente si conferma un bob definito, ma non sta bene a tutte. Anche la frangia rimane intramontabile".
Ma Barbara non segue le mode: "ho sempre pensato che ogni persona faccia la sua moda. Ognuno ha il suo stile. Le mode a mio avviso devono essere personalizzate.
Inoltre in questa stagione si prediligono colori caldi, ma non è detto che stiano bene. Anche qui lavoriamo di personalizzazione".
LA VERSILIA DEGLI ANNI D'ORO
Barbara ha cominciato questo mestiere nei mitici anni ottanta e sicuramente in termini di creatività non c'era che l'imbarazzo della scelta.
"In quel periodo c'era ancora la cultura delle feste, dei veglioni, degli ultimi dell'anno" ci racconta con nostalgia. "Gli alberghi organizzavano nel periodo di Carnevale delle feste meravigliose: basti pensare al Principe di Piemonte, al Margherita, al Patriarca. Al Principino andava la Viareggio bene. Fino a fine anni novanta Viareggio era fiore all’occhiello della Versilia".
"In quegli anni appunto c'erano ancora questi Galà, feste danzanti che vedevano le clienti prepararsi sin dalla mattina presto con acconciature elaborate, vestiti preziosi e gioielli, spalline e giacche enormi (più le spalline grandi erano più erano belle). "Pensate che eravamo così calati nel clima di festa che anche noi dipendenti nel periodo carnevalesco accoglievamo i clienti in negozio mascherati".
"In generale - prosegue - mi divertivo tantissimo a realizzare pettinature anni ottanta: c'erano i primi carrè, andava tantissimo la frangia bombata, la criniera di leone e ovviamente la permanente regnava sovrana. Pensate che a diciannove anni pettinavo le modelle in Canniccia con il ferretto! Erano dei bellissimi eventi quelli a cui partecipavo con Diffusione Moda. Che nostalgia!".
Barbara ma come è cambiata la Versilia?
"Forte dei Marmi negli anni Ottanta era ancora lontana dai fasti di Viareggio.
Pietrasanta non ne parliamo.
A Forte c'erano tanti artigiani, oggi sono rimasti davvero in pochi. In quegli anni mi ricordo che fra le grandi griffes si trovava Coveri (a me piaceva molto), Principe di Firenze, Gabrielli. Potevi scegliere tra artigiani e brand importanti. Oggi è più difficile". 
"In quegli anni anche nel mio settore c'era più preparazione sul capello. Oggi molto è basato sul marketing e le aziende si concentrano di più sui prodotti che sulle tecniche di taglio.
Altra cosa che è cambiata sono le clienti: oggi sono più informate e vengono già con le idee chiare grazie anche all'uso della tecnologia. Appunto per questo dobbiamo essere ancora più preparate per poter consigliare al meglio e garantire risultati ottimali".
The Versilia Lifestyle è una testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lucca n. 3 2018
Direttore Responsabile
Isotta Boccassini
Editore Associazione Culturale più informati più sicuri
Via San Giorgio, 53 – 55100 Lucca – P.i. 02437380468
Design by
Copyright @2020 The Versilia Lifestyle - Privacy Policy