Civiltà del bere riporta in Versilia il summit del vino italiano

Torna VinoVip. I protagonisti dell'enologia italiana si danno appuntamento in Versilia, alla seconda edizione di VinoVip al Forte, in programma domenica 25 e lunedì 26 giugno a Forte dei Marmi.

La biennale firmata dalla storica rivista Civiltà del bere porterà sul litorale toscano 50 aziende vitivinicole provenienti da tutta Italia coinvolte in talk show, degustazioni e due appuntamenti d’eccezione: il Grand Tasting con le più importanti realtà dell’enologia italiana e il Vermentino Show, un focus dedicato a questo vitigno che si sta facendo amare sempre di più da esperti e consumatori. È atteso come ogni anno un selezionato pubblico internazionale di professionisti e appassionati.

Un palcoscenico di prestigio, villa Bertelli al Forte

Palcoscenico di VinoVip al Forte sarà la storica Villa Bertelli, palazzo ottocentesco che accoglie ogni anno eventi artistici e culturali e che, con il suo ampio giardino esterno, sarà un elegante luogo d'incontro per l'enologia internazionale.

Diventato ormai un’occasione di networking di importanza fondamentale per i protagonisti del settore, il summit proporrà come da tradizione un’ampia riflessione sui temi di maggiore attualità. Il primo appuntamento è in programma per la domenica pomeriggio, con il talk show inaugurale (ad ingresso gratuito su prenotazione) che vedrà coinvolti imprenditori, operatori e stampa di settore.

"Quest'anno il grande argomento da discutere, con imprenditori e manager del vino, sarà il futuro delle Doc. Non una in particolare, ma l'intero sistema che sta affrontando stimoli decisivi, dall'introduzione delle varietà resistenti alla governance dei Consorzi, dall'allargamento dei territori alla proliferazione di "sottozone" che creano competizione all'interno di singole denominazioni", ha anticipato Alessandro Torcoli, direttore di Civiltà del bere.

Lunedì 26 giugno, in orario serale dalle 18.00 alle 22.00, si alzerà il sipario sul Grand Tasting di VinoVip al Forte. Un banco d’assaggio che vedrà riuniti i grandi nomi del vino italiano, dove le 50 aziende protagoniste porteranno in degustazione tre delle loro migliori referenze. L’ingresso alla degustazione sarà disponibile solo in prevendita.

Informazioni e prevendite disponibili dal 15 maggio su: www.vinovipalforte.it

di Lodovico Poschi Meuron

L’effetto Covid si abbatte sulla Versilia, in particolar modo su Forte dei Marmi e Marina di Pietrasanta. Ma in modo esattamente opposto a come si potrebbe pensare. Già, perché entrambe hanno vissuto forse l’estate più ricca da molti anni a questa parte. Effetto pandemia, appunto, che ha tenuto lontano gli stranieri ma ha fatto tornare tanti, tantissimi italiani che nel tempo l'avevano abbandonata preferendo le spiagge della Costa Azzurra, le isole greche o mete esotiche. 

Il celeberrimo pontile del Forte

Cominciata malissimo - basti pensare ai ponti di aprile e maggio, desolatamente vuoti e ad un giugno in sordina - l’estate del temutissimo virus è finita invece in bellezza, con il record di presenze, nelle seconde case più che negli alberghi, nei mesi di luglio e agosto, per chiudere con un settembre di assoluto livello. 

Chi può dunque brindare ad una stagione che all’inizio presentava invece tante incognite sono in primis stabilimenti balneari e agenzie immobiliari, seguiti da ristorazione e commercio al dettaglio. 

Decisamente qualche problema in più per i locali, che hanno dovuto fare i conti con regole molto stringenti. C’è chi le ha seguite e chi meno, ma qui entriamo in un altro discorso. 

Un fenomeno, questo, che ha coinvolto tutti, anche Lido e Viareggio. Ma, conti alla mano, a Forte e Marina è successo qualcos’altro: un vero e proprio boom immobiliare, con un’impennata clamorosa di compravendite e affitti di lusso. Una bolla speculativa? Questo lo si capirà più avanti. Intanto, i numeri sono da capogiro. Ad oggi si registrano transazioni per 500 milioni di euro, una cifra mai vista da queste parti anche quando l’apporto dei magnati russi si era fatto sentire. Ma stavolta sono stati gli italiani a mettere mano al portafogli e acquistare la villa dei sogni o prenderne una in affitto. 

Una splendida dimora al Forte

“Troppo alta in futuro la paura di passare un’altra estate come questa, con forti limitazioni di spostamenti" afferma una nota operatrice immobiliare di Forte. "Aggiungerei anche un altro aspetto: gli italiani non sono stupidi e sanno bene che prima o poi arriverà una bella patrimoniale, per rimettere i conti in ordine dopo le lacrime e sangue causate della pandemia. Meglio allora investire i soldi nel vecchio e caro mattone”.

Non è un mistero che il denaro in Italia ci sia. La novità sta nel fatto che il Covid sembra averlo rimesso in circolo dopo qualche anno di stasi. La conferma arriva anche dalle aste, tornate ad essere affollate come ai bei tempi. Effetto Covid, dunque, e misure connesse (vedi l’eco bonus del 110%, che stimola gli interventi di riqualificazione energetica di immobili datati).

L’ultimo aspetto, come già accennato, è quello degli affitti. È stato un boom per l’estate 2020 e lo sarà anche per il 2021. Ad oggi, le ville con piscina sono tutte prenotate, salvo rare e costosissime eccezioni (oltre 100 mila euro per luglio e agosto a Forte, tanto per intenderci). Una nuova vita per la perla della Versilia, che non deve però perdere questa meravigliosa occasione di rilancio.

The Versilia Lifestyle è una testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lucca n. 3 2018
Direttore Responsabile
Isotta Boccassini
Editore Associazione Culturale più informati più sicuri
Via San Giorgio, 53 – 55100 Lucca – P.i. 02437380468
Design by
Copyright @2020 The Versilia Lifestyle - Privacy Policy